TAN, TEG E TAEG, CHE COSA NO?


Si sa, gli acronimi fanno "figo", sembra quasi che chi li pronunci abbia una cultura vastissima e specifica del proprio settore. Ma, come sapete, qui trovate le informazioni tradotte e semplificate perchè il nostro non è quello di intontirvi per rendervi addomesticabili, bensì quello di rendervi consapevoli per far si che le vostre scelte siano sempre consapevoli. Come cosa, anche e soprattutto nel mondo del credito esistono dei termini per identificare e classificare delle specificità. Vediamo queste voci, le principali, che fanno capire come sia composto un finanziamento, qualsiasi esso sia.



I vari costi sono indicati con i famosi acronimi TAN, TAEG E TEG. Ma cosa significano?


- TAN: sta per TASSO ANNUO NOMINALE, in parole povere la quota interessi applicata alla quota capitale (l'erogato a favore del cliente) e non include altri costi.


- TAEG: TASSO ANNUO EFFETTIVO GLOBALE, il vero valore di cui tenere conto per valutare la convenienza o meno di un finanziamento rispetto ad un altro (ovviamente della stessa categoria) poichè comprende tutti i costi inerenti allo stesso, eventuali polizze assicurative, costi di istruttoria, spese di intermediazione ecc ecc...


- TEG: TASSO EFFETTIVO GLOBALE, ovvero una media dei tassi riferita a quella categoria di finanziamento, che ci fa capire l'andamento dei tassi tra varia banche/finanziarie per quel dato prestito o mutuo o carta di credito ecc ecc...


Questi dati, per effetto della trasparenza bancaria, devono sempre essere espressi nei SECCI PRECONTRATTUALI, o che nel CONTRATTO DI FINANZIAMENTO. Come detto prima, ogni categoria di prestito, mutuo, fido di conto qualsiasi tipo di credito messo a disposizione dell'istituto di credito ha un suo tasso di riferimento, minimo e massimo, calcolato trimestralmente da Banca di Italia, che stabilisce limiti massimi oltre cui non andare (anche per effetto della legge ANTIUSURA).


Purtroppo, sempre in virtù del fatto che ogni cliente è carne da macello per alcuni colleghi, spesso per attirare la preda alcuni colleghi sono soliti indicare il TAN come tasso applicato, non il TAEG che, essendo inevitabilmente più alto, potrebbe destare scalpore nel cliente. Come sempre, cercate e chiedete sempre informazioni complete e giuste, perchè poi comunque il marcio viene sempre a galla! 😎



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti