MUTUI, QUALE TASSO SCEGLIERE



Tasso fisso e variabile ai minimi


L’Eurirs sta tornando ai livelli toccati l’estate scorso e la differenza di costo tra i mutui fissi, che all’Eurirs sono di fatto ancorati, e i finanziamenti variabili, che per definizione partono con un tasso di partenza più basso, è davvero trascurabile. E questo anche se l’Euribor, il parametro degli indicizzati a sua volta è ai minimi storici (il tasso a un mese è a -0,48%).

A tutto questo si aggiunge la politica delle banche, che non hanno ritoccato lo spread sull’Eurirs (parametro per i mutui a tasso fisso) per di più in qualche caso lo hanno diminuito: il risultato è che sia tasso fisso che variabile sono ai minimi storici.


Per cui ora come ora, il momento è propizio per surrogare il proprio mutuo? Diremmo di si, ma è giusto farlo ora con le banche ingolfate di richieste sospensione mutui, e altre richieste per la crisi coronavirus? Diremmo di no, perchè deve prevalere il buon senso.

Mediamente per una pratica di mutuo, fra istruttoria perizia e stipula notarile, trascorre circa un mese se non di più. In questa circostanza storica le filiali degli istituti bancari sono dedite a pratiche più urgenti, come l'anticipo della cassa integrazione, gestione dei clienti con attività commerciali, sospensione di mutui ecc ecc.

Non c'è da meravigliarsi se in questo periodo le banche non soddisfano le vostre richieste... Nessuno vi vuole lasciare indietro, solo ci vuole un pò di comprensione e pazienza.


Per ogni informazione siamo sempre a disposizione!

Mail: servizio.clienti@fidisolutions.com 🖥

Telefono e WhatsApp: 3913833011 📲

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti